Skicross

Ski Cross è uno degli eventi di Freestyle Skiing in cui quattro sciatori partono contemporaneamente e competono uno accanto all’altro attraverso una difficile discesa lunga un chilometro composta da salti , onde e curve ripide.

La partnership con Audi

Audi è lo sponsor principale dell’Audi FIS Ski Cross World Cup. La partnership è stata annunciata nel Novembre 2011, iniziata ufficialmente nella stagione 2011/2012 e continuerà fino alla fine del 2013/2014. Audi è stato per diversi decenni un partner dello sport invernale internazionale ed acquisendo Ski Cross World Cup al suo portfolio ha completato il suo impegno per gli sport invernali ed ha aggiunto un importante tassello alla lunga e continuativa partnership che ha avuto il suo inizio nella stagione 2002/03, anno in cui Audi è diventato lo sponsor principale del FIS Alpine Ski World Cup.

In che modo Ski Cross è diventato un evento ?

“Facciamo questa pista e vediamo chi arriva primo in fondo alla discesa”, questo è il claim che descrive in modo efficace la disciplina dello SkiCross. Lo Ski Cross è nato dalle primissime competizioni dello sci alpino che prevedevano le cosiddette ‘partenze di massa’. La partenza di massa è stata infatti introdotta nella ‘Inferno’ a Mürren Svizzera: una delle prime gare sviluppata da un gruppo di sciatori britannici. Varianti moderne del concetto ‘partenza di massa’ sono state praticate nello snowboard e nel mondo dello sci alpino a partire dal 1990. Freestyle Ski Cross è un evento della FIS Freestyle Ski dove gli atleti si esibiscono in una combinazione di Freestyle e sci alpino, competendo testa a testa in un percorso di Snowboard Cross. In genere ogni gara è composta da 4 o 6 partecipanti, al turno successivo accede la metà dei partecipanti che ottiene il miglior punteggio. Nello ski cross ci sono i quarti di finale, le semifinali e le finali. Grazie al suo formato, unconventional e poco formale, l’evento Ski Cross ha trovato il suo posto nella disciplina FIS Freestyle. Attualmente la maggior parte dei concorrenti proviene dalla disciplina dello sci alpino e le strutture del percorso di gara sono sorte modificando le piste dell’Olympic Snowboard Cross Event. Il percorso di Ski Cross è appositamente sviluppato per testare tutte le abilità degli sciatori, con diversi ostacoli tra cui curve, salti di varie portate, tratti pianeggianti e traverse, tornanti, rilievi e solchi; il tutto costruito su una normale pista da sci. Anche la resistenza fisica e la forza sono fattori chiave, infatti lo sciatore vincente deve partecipare a 4 o 5 corse ognuna di 60 secondi circa.

Com’è il percorso dello Ski Cross?

  • lunghezza 800-1200 metri
  • 150 a 250 metri di dislivello
  • stesso percorso per uomini e donne
  • il percorso contiene una serie di ostacoli
  • 50% di curve di varie dimensioni e velocità tra i singoli ostacoli
  • 25% di traverse, gobbe e tornanti
  • 25% di salti (alti da 1 a 4 metri) ed atterraggi
  • viene usato un cancello di partenza all’inizio gara
  • cronometro usato per la qualificazione e macchina fotografica ad alta velocità utilizzata per il ‘fotofinish’ al traguardo

Quale attrezzatura viene utilizzata nello Ski Cross?

  • attrezzature sciistiche
  • sci GS con punta morbida (nessun regolamento FIS sulla lunghezza o sul taglio laterale)
  • scarponi da sci ed attacchi (regole FIS)
  • non consentite tute di velocità (a pezzo unico)
  • pantaloni e giacche (due pezzi) sono obbligatori e devono vestire ‘morbido’
  • Body Protector (schiena, braccia e fianchi) di solito viene utilizzato sotto la tuta
  • i caschi sono obbligatori

Come è gestita la gara del concorso?

Quattro sciatori per ogni manche si qualificano attraverso una gara cronometrata. Viene usato un meccanismo speciale per aprire la gara e dare il via agli sciatori che prontamente si lanciano verso la ripida discesa. La partenza e la sezione iniziale del percorso fino alla prima curva sono i momenti più critici della gara ed in questa fase è facile assistere a pericolosi ed azzardati sorpassi tra gli sciatori che spesso possono anche subire una squalifica. Nel corso di ogni manche, i primi due sciatori che tagliano il traguardo passano automaticamente alla manche successiva, mentre gli ultimi due sciatori vengono classificati in base ai loro tempi di qualifica. La cosiddetta “Grande Finale” determina i posti dal 1° al 4°, e la cosiddetta “Piccola finale” determina i posti dal 5° all’8°.

©www.wisthaler.com_15_12_Skicross_innichen_HAW_1824          ©www.wisthaler.com_15_12_Skicross_innichen_HAW_2235

©www.wisthaler.com_13_12_skicross_innichen_HAW_9024          ©www.wisthaler.com_15_12_Skicross_innichen_HAW_1712